sábado, 13 de mayo de 2017

Da tanto...


Ciao!
E passato qualche tempo dall'ulitmo post, e d'allora questo
povero blog è rimasto deserto, completamente abbandonato.
Ma meglio così.
Meglio se è anonimo e sconosciuto, proprio come me.
Colgo qui l'occasione per trovare l'angolo tanto desiderato per
trovare l'ispirazione perduta. Nell'altro blog la situazione non è
tanto diversa, poi mi pongo la solita domanda: Perchè lo faccio?
Perchè continuo attacata a questa mia zona tanto terrena in 
cotraposizione con la mia vita spirtuale?
La risposta me l'ha datta Marcy sta mattina: siamo donne nate
nell'època tecnologica, non siamo purtroppo come le nostre nonne
o madri che hanno piantato la loro vita e fede nella roccia, noi
invece siamo piantate in terre mobili, sabbiose e paludose.
Questa risposta mi ha lasciata davvero perplessa, ma è la dura 
realtà, ma è una realtà che fa a pugni con la mia essenzialità, ossia
con la mia anima. Ed eccomi qui, ancorata alla materialità dalla
quale proverò ad sbarazzarmi come meglio mi sarà possibile.
Credo que nessuno nella mia famiglia conosca questo piccolo angolo e 
ne sono felice, ad ogni modo, le zie vivono con i piedi piantate nella
roccia. Loro anche se nate in questa època, sono state scalpellate con 
lo scalpello di mia nonna...beate loro. Voglio essere come loro.


No hay comentarios:

Publicar un comentario